Gli andamenti del mercato italiano del gas (Settembre 2020)

A settembre i consumi di gas naturale in Italia segnano il secondo aumento consecutivo su base annua (+1,5%), attestandosi tra i livelli più elevati degli ultimi nove anni per il mese in analisi.
Analoghe dinamiche per i consumi nel settore termoelettrico, favoriti dalle minori importazioni di energia elettrica, e industriale (+2%); in lieve aumento i consumi del comparto civile (+0,2%). La maggiore domanda di gas naturale è stata assorbita da una riduzione delle iniezioni nei siti di stoccaggio (-29%), mentre tornano a scendere le importazioni, in particolare tramite gasdotto (-4%); in flessione anche la produzione nazionale (-14%).
La giacenza a fine mese si porta sui livelli più alti dell’ultimo decennio per il mese in analisi, l’ultimo dell’anno termico 2019/2020, superiore dell’1% rispetto allo stesso giorno dell’anno precedente. Nei mercati a pronti del gas gestiti dal GME i volumi negoziati salgono a 7,5 TWh, pari al 15% del totale consumato, in aumento sul mese precedente e soprattutto su base annua (+23%), trainato in entrambi i casi dagli scambi sul MI-Gas a negoziazione continua (3,7 TWh) e sui comparti AGS (1,8 TWh). Le quotazioni a pronti, al terzo rialzo consecutivo, si portano sui livelli più alti da febbraio, in linea con le dinamiche al PSV (11,7 €/MWh). 

A settembre i consumi di gas naturale in Italia si portano a 4.785 milioni di mc, livello tra i più alti degli ultimi nove anni per il mese in analisi, in aumento dell’1,5% su base annua, il secondo consecutivo dopo circa un anno.
Ai massimi dal 2011 per il mese di settembre anche i consumi del settore termoelettrico (2.337 milioni di mc, +1,6%), favoriti dalle ridotte importazioni di energia elettrica, e del settore industriale (1.158 milioni di mc, +2,0%), questi ultimi anche sui valori più alti dell’ultimo semestre. In lieve aumento anche i consumi del settore civile (1.094 milioni di mc, +0,2%), caratterizzati da un’impennata negli ultimi giorni del mese (+29% rispetto alla media dei giorni precedenti) in seguito al calo delle temperature. In ripresa le esportazioni (196 milioni di mc, +3,5%).
A fronte della maggiore domanda di gas naturale si riducono significativamente su base annua le iniezioni nei siti di stoccaggio, pari a 790 milioni di mc (-29% e minimo dal 2015 per il mese in analisi), riducendo la propria quota sul totale prelevato al 14% (-5 p.p. sul 2019).
Lato immissione, tornano a ridursi le importazioni di gas tramite gasdotto, su livelli tra i più bassi degli ultimi quindici anni per settembre (4.159 milioni di mc, -4%), e si confermano in calo anche quelle tramite rigassificatori GNL (1.114 milioni di mc, -2%), risultate tuttavia in ripresa dal valore minimo registrato nel mese di agosto (+24%) in corrispondenza di tensioni internazionali sull’offerta GNL; in calo la produzione nazionale (303 milioni di mc, -14%). L’analisi dell’import per punti di entrata mostra la ripresa dei flussi a Mazara, gli unici con segno positivo (1.062 milioni di mc, +43% su base annua), con una quota sul totale importato che supera il 20% (+7 p.p.); la flessione, invece, negli altri punti di ingresso risulta del 9% a Tarvisio, del 14% a Gela (rispettivamente 2.307 e 384 milioni di mc) e del 32% a Passo Gries, dove i flussi scendono al minimo dell’ultimo decennio per settembre (405 milioni di mc).
Per quanto riguarda i rigassificatori GNL, si confermano in crescita tendenziale le importazioni di gas al terminale di Panigaglia (280 milioni di mc, +19%) e a Livorno (249 milioni di mc, +12%), mentre rimangono in calo quelle a Cavarzere (585 milioni di mc, -15%), tuttavia in aumento dal livello molto basso toccato ad agosto (283 milioni di mc, minimo da ottobre 2014). La giacenza di gas naturale negli stoccaggi nell’ultimo giorno del mese ammontava a 12.965 milioni di mc (ancora sui livelli più elevati degli ultimi dieci anni per il mese di settembre), in aumento dell’1% rispetto allo stesso periodo del 2019, con un rapporto giacenza/spazio conferito al 97% (+1 p.p.). 

Fonte: A cura del GME

PASSA A LUCE E GAS DI MAVIGAS
Compila il form ed un nostro incaricato ti contatterà per illustrarti come risparmiare con Mavigas.

Consenso al trattamento dei dati personali
Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy resa ai sensi dell'Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali per le finalità ivi indicate e di essere consapevole che, in mancanza di rilascio del consenso a tale trattamento, non potranno trovare applicazione le disposizioni indicate nella predetta Informativa.

Consento il trattamento dei dati
Rilascio il consenso per ricevere comunicazioni pubblicitarie e promozionali sui servizi offerti da Mavigas
Leggi tutte le notizie

Efficientamento Energetico della tua Azienda

Hai bisogno di una consulenza gratuita per ottimizzare i costi aziendali di Luce e Gas?